News

Pagina 1 di 22  > >>

Apr 21, 2017
Categoria: General
Postato da: admin
La vegli pasquale ci ha portato la gioia di molti fratelli e sorelle che hanno ricevuto il battesimo.
Mar 23, 2017
Categoria: General
Postato da: admin
Dall'inizio di Febbraio don Bruno Soppelsa  non è più a Chaehom, dove è stato per cinque anni, ma ha iniziato il suo ministero a Lamphun
Mar 16, 2017
Categoria: General
Postato da: admin

Un luogo, le persone, la fede e la Parola.

Croce di Aquileia
 

news

Apr 9, 2013

Nuova cappella...per una comunità che cresce


lo scorso 6 aprile 2013 è stata benedetta la nuova chiesetta della comunità di Papee (nel territorio di Lamphun).

Categoria: General
Postato da: admin

Fin dal 1981 il villaggio montano di Papee (Doy Chang, Lamphun), di etnia Karen, ebbe la fortuna di essere raggiunto per un impervio cammino dai primi catechisti laici cattolici che facevano base alla missione di Maepon, organizzata dai missionari del Betharram. Da quella data, segnata nei registri della parrocchia con il battesimo di tre famiglie, la piccola esperienza cristiana di Papee si é sviluppata lentamente grazie ai giovani, poi divenuti adulti, che hanno avuto la fortuna di essere accolti e accompagnati nel Centro di Maepon.

La cappellina edificata nel 1992, dalle dimensioni di una stanza, fu sufficiente fino al 2011 quando, creata la nuova parrocchia di Lamphun, affidata ai sacerdoti fidei donum del Triveneto, si è potuto assicurare una assistenza spirituale più continua e sistematica.


           Attualmente nel villaggio, formato da un centinaio di abitazioni, vi sono una settantina di cattolici tra battezzati e catecumeni. Questo ha richiesto la costruzione di una nuova cappella che é stata benedetta lo scorso 6 aprile 2013 dal Vescovo di Chiang Mai, Mons. Francesco Saverio Virà.

 

 

La festa, preparata con largo anticipo dagli stessi abitanti, buddisti compresi, ha avuto come culmine un camposcuola per ragazzi e un corso intensivo di catechesi per adulti sotto la guida di tre suore ‘Missionarie dei Sacri Cuori di Gesù e Maria’ e di un catechista della stessa etnia.

 

Era la prima volta che il Vescovo raggiungeva questo ameno villaggio, ancora difficilmente raggiungibile, ed è stato molto contento di dedicare la nuova cappella a Santa Chiara di Assisi modello spirituale di umiltà, silenzio e devozione all’eucarestia, caratteristiche molto vicine alla sensibilità Kariana.

 

 

L’occasione della presenza del Vescovo, accompagnato da alcuni suoi sacerdoti Kariani, e da altri componenti del gruppo del Triveneto, ha permesso anche la celebrazione della Confermazione di 21 adulti.

La cappella, interamente costruita in legno dagli abitanti locali, e finanziata in parte dal contributo di varie comunità del veneziano (più volte ringraziate nei discorsi ufficiali), è stata solennemente decorata per la pasqua e per la festa con il Vescovo. La gente ha anche voluto alcuni servizi annessi che possano dare dignità al luogo destinato a diventare spazio di riunione e formazione: batteria sanitaria, stanza letto per una persona e cisterne di raccolta acqua (la zona non ha ne luce ne acqua, ma solo attinge da un torrente vicino e dalle piogge).

È stato evidente l’entusiasmo degli abitanti, orgogliosi di aver realizzato un’opera fisica davvero bella ma soprattutto decisi a consolidare il loro cammino di fede. 30 anni fa i catechisti raggiungevano il villaggio un paio di volte l’anno, oggi si è stabilito di essere presenti almeno una volta ogni 15 giorni. Il forte isolamento della zona se da un lato rende complicato l’uso della lingua thailandese (i Karen hanno una loro lingua orale) dall’altro rende ogni iniziativa un momento ‘speciale’ di vita. Alla stessa festa di inaugurazione della chiesa di Santa Chiara gli stessi amici buddisti hanno voluto collaborare con offerte, lavoro manuale e altri servizi. In alcuni casi si sono anche integrati nelle catechesi e nello studio della bibbia.

L’accoglienza del vescovo e della delegazione della parrocchia S. Francesco di Lamphun (Thailandesi e Birmani) è stata affidata ai ragazzi della scuola elementare che hanno fatto una danza tipica seguita dalle offerte floreali degli adulti, tutti preparati con i loro vestiti tipici. Dopo la liturgia di Benedizione della cappella e di Confermazione é stato offerto il pranzo a tutti i convenuti, parenti e amici.

 

Precedente: Benvenuto  Prossima: Chi siamo